Manutenzione invernale : olio e batteria - Idir

Manutenzione invernale : olio e batteria

Si sta avvicinando l’inverno, e le temperature di esercizio basse sono una sfida per la meccanica di alcune parti, che richiedono quindi uno sguardo un po’ più attento. Per esempio, l’olio e la batteria sono due importanti componenti e consumabili del veicolo, che possono subire gli stress del freddo.
Se è vero che, al giorno d’oggi, il consumo dell’olio è decisamente ridotto rispetto alle auto di una ventina di anni fa, è anche vero che è un liquido importantissimo, in quanto tiene lubrificato a dovere il nostro motore. La sua densità può variare a causa di impurità o basse temperature, e di conseguenza inficiare anche negativamente sul funzionamento del motore stesso. Se è pur vero che un rabbocco si può fare in autonomia, quando si sa cosa si va a fare, una manutenzione e un controllo più attenti sono sempre consigliabili in officina, con personale specializzato e con accortezze che in casa è ben più difficile avere esausti, o la coscienza su quale viscosità sia migliore per temperature di esercizio più rigide. Un meccanico è anche in grado di fare una valutazione delle guarnizioni e di tutto il sistema di tubi: gli elementi in gomma che hanno subito troppo caldo d’estate potrebbero essersi induriti e asciugati, ed è sempre meglio un check up al momento giusto che rischiare danni superiori.
Per quanto riguarda la batteria, bisogna considerare molti fattori: essendo un accumulatore di energia elettrica prodotta tramite reazione chimica la temperatura ha un forte influsso sulla velocità attraverso la quale questa avviene. Per questo a volte al mattino può essere più impegnativo metterla in moto, e anche l’impegno che le si chiede è usualmente superiore: fari accesi molto più spesso, riscaldamento, sistemi sbrinatori di parabrezza, lunotto posteriore e specchietti… Il consumo di energia in inverno è tendenzialmente più elevato e questo può portare a qualche disagio iniziale, fino al definitivo cedimento della batteria.